IL COLLOQUIO

Il Colloquio, in base a quanto previsto dal dettato normativo, deve offrire all'alunno la possibilità di dare prova della propria capacità di rielaborazione e di organizzazione delle conoscenze acquisite, incluse quelle relative alla scelta dell’indirizzo musicale.

Il Colloquio tenderà a verificare come l'alunno usa gli strumenti del conoscere, dell'esprimersi e dell'operare, con quale competenza e padronanza è in grado di impiegarli.

 

Il Collegio dei Docenti ritiene che la modalità più efficace di impostazione del colloquio sia la presentazione di approfondimenti disciplinari relativi alle tematiche selezionate dall’allievo sulla base delle unità di apprendimento svolte in corso d’anno o di percorsi progettuali/laboratoriali effettuati.

Il Consiglio di Classe orienta e supporta l’allievo in fase sia di scelta che di svolgimento del lavoro.

Si prevede di mettere a disposizione dell’alunno per l’esposizione del proprio lavoro un tempo di 30 minuti, con opportuni ed eventuali adattamenti. Il colloquio si svolge in un’aula appositamente predisposta, il cui setting prevede la possibilità per l’allievo di esporre avvalendosi di LIM e di tutti gli strumenti funzionali alla presentazione.

Saranno particolarmente apprezzati, in sede di colloquio, i seguenti aspetti:

  1. significatività e accuratezza degli approfondimenti proposti, che dovranno evidenziare:
    • un lavoro di ricerca effettivamente svolto dall’allievo sulla base di interessi personali e di indicazioni ricevute dagli insegnanti;
    • pertinenza o sensatezza dei collegamenti;
  2. chiarezza espositiva e padronanza dei temi e delle connessioni;
  3. capacità di coinvolgere la Commissione con opportune strategie (impiego di mappe o schemi; immagini o video; illustrazione di prodotti realizzati per l’occasione o in corso d’anno; esecuzione di brani musicali, IN PARTICOLARE PER GLI ALLIEVI DELL’INDIRIZZO MUSICALE; recitazioni).

INDICAZIONI SPECIFICHE per il colloquio

 

Carissimi Ragazzi, gentili Famiglie,

qui di seguito le nostre indicazioni in vista della prova orale dell’Esame di Stato.

Ai ragazzi chiediamo di approfondire un argomento, tratto dal programma dell’anno, relativo a uno dei seguenti ambiti disciplinari:

Ogni allievo, consigliato dai suoi insegnanti, curerà il proprio argomento prevedendo alcuni collegamenti, necessari a comprendere meglio, in profondità piuttosto che in ampiezza, il tema prescelto. Esempio:

  • Il primo conflitto mondiale (STORIA)
  • Collegamenti: Giuseppe Ungaretti e l’ermetismo (ITALIANO)

Chi desidera lavorare ad un certo livello, può trovare un titolo capace di tenere insieme le discipline coinvolte. Nel caso dell’esempio precedente:

Il primo conflitto mondiale: ricostruzione storica e testimonianze letterarie

L’approfondimento, oggetto del colloquio, potrà essere presentato in forma scritta (non è vincolante, si tratta di una scelta legata all’investimento sulla prova), con un programma di presentazione orale, arricchito da eventuali altri prodotti (video, manufatti, tavole, esibizioni …). Si chiederà al candidato di esplicitare ed argomentare le ragioni della scelta.

Le discipline non coinvolte nell’approfondimento saranno comunque oggetto di colloquio. Al candidato si chiederà di scegliere e studiare un argomento del programma.

Inglese e francese saranno oggetto di colloquio su un argomento concordato con gli insegnanti.

 

Ecco lo schema di lavoro predisposto dalla Commissione plenaria dell’Esame di Stato, presieduta dal Dirigente Scolastico:

SCHEMA per ORGANIZZARE IL LAVORO in vista del COLLOQUIO (prova orale)

 

L’allievo

1. individua l’ARGOMENTO PRINCIPALE, esplicitando la disciplina di riferimento e motivando la sua scelta

ARGOMENTO PRINCIPALE ________________________________________________________________

DISCIPLINA ________________________________________________________________________________

Motivazione: …

 

2. individua i possibili COLLEGAMENTI (almeno due), preoccupandosi sempre di motivare le sue scelte

ARGOMENTO COLLEGATO 1_______________________________________________________________

DISCIPLINA ________________________________________________________________________________

 

ARGOMENTO COLLEGATO 2_______________________________________________________________

DISCIPLINA ________________________________________________________________________________

 

ARGOMENTO COLLEGATO 3 – FACOLTATIVO ____________________________________________

DISCIPLINA   _______________________________________________________________________________

 

3. individua un collegamento tra l’argomento principale, l’attualità e una tematica di Educazione Civica (se non si trova il collegamento, selezionare gli argomenti in base all’interesse)

COLLEGAMENTO CON L’ATTUALITA’ E, POSSIBILMENTE, CON UNA TEMATICA DI EDUCAZIONE CIVICA

QUALE ARGOMENTO DI ATTUALITA’?

__________________________________________________________________________

 

QUALE ARGOMENTO DI EDUCAZIONE CIVICA?

__________________________________________________________________________

 

4. individua, con il consiglio delle docenti, un argomento da approfondire per ciascuna delle Lingue Comunitarie studiate a scuola

 

ARGOMENTO LINGUA INGLESE:  _______________________________________________

 

ARGOMENTO LINGUA FRANCESE: _____________________________________________

 

NOTA BENE

Per le discipline di studio che non sono state collegate all’argomento principale si prevede una domanda relativa a un argomento che abbia riscosso l’interesse dell’allievo nel corso dell’anno.

TIPOLOGIA DI PRESENTAZIONE:

  1. ELABORATO SCRITTO (DA FORNIRE IN DOPPIA COPIA, RILEGATO).
  2. PRESENTAZIONE POWER POINT COME TRACCIA PER L’ESPOSIZIONE (NON PER LA LETTURA).
  3. PRESENTAZIONE INTERATTIVA CON PPT (O ALTRI PROGRAMMI SIMILI) CON VIDEO (BREVI) ESEMPLIFICATIVI DI ALCUNE TEMATICHE.
  4. ALTRE POSSIBILITA’ RIGUARDANO L’UTILIZZO DI STRUMENTI MUSICALI (vincolante per gli allievi di indirizzo musicale) O ALTRI ELEMENTI DA CONCORDARE CON GLI INSEGNANTI DI RIFERIMENTO.

 

SUGGERIMENTI SOLO PER GLI ALLIEVI CHE SCELGONO DI PRESENTARE L’ARGOMENTO ANCHE IN FORMA SCRITTA

 

  • Impostazione: ARIAL 12; MARGINI 2; 2; 2; 2.
  • Se si vuole, formulare una dedica (a chi dedichi l’approfondimento?)
  • Formulare Titolo e sottotitolo del tema approfondito secondo le indicazioni del docente tutor
  • Fornire un’essenziale motivazione personale (perché hai scelto questo particolare argomento?)
  • Formulare titoletti per gli eventuali paragrafi
  • Integrare eventualmente immagini/mappe
  • Concludere con Bibliografia/Sitografia (citare le fonti)
  • Chiudere il lavoro con un pensiero conclusivo/ringraziamento: (a chi voglio esprimere riconoscenza per il percorso compiuto? Perché? C’è qualcosa che ho imparato nel corso del cammino di questi anni e che ritengo importante per la mia vita? Quali apprendimenti, quali esperienze mi aiuteranno ad essere un cittadino attivo e responsabile?)

 

INTEGRAZIONI o allegati

Il documento può essere integrato da (operare una scelta):

  • cartelle allegate contenenti le tavole di Arte e Immagine e Tecnologia (operate una scelta e magari argomentatela, chiedendo aiuto ai vostri docenti: perché avete scelto quelle tavole? quali apprendimenti evidenziano?) ci sono tavole che potrebbero trovare posto sia nella cartella di Arte e immagine che in quella di Tecnologia? Se SÌ, perché? Se NO, perché?
  • immagini (cartelloni, plastici, video …) di prodotti elaborati in corso d’anno, accompagnati da un commento essenziale che espliciti il significato del lavoro, le discipline coinvolte e che cosa quel lavoro vi abbia permesso di imparare;
  • spartiti dei brani musicali eventualmente eseguiti, accompagnati da un commento: contestualizzazione del brano, motivazione della scelta; esplicitate, infine, quali conoscenze/abilità disciplinari richieda l’esecuzione di quel brano (questo aspetto risulta vincolante per gli allievi di indirizzo musicale);
  • materiali relativi allo sport praticato o alla passione coltivata nell’arco del triennio (immagini, un premio ottenuto, un attrezzo/strumento o un capo d’abbigliamento rappresentativi …), con un commento che espliciti il significato per sé e le conoscenze/abilità disciplinari che lo svolgimento di tale attività richiede;
  • un supporto elettronico utile alla presentazione degli approfondimenti (video, power point, prezy: concordate con i vostri docenti).